Libero Mail, come aumentare la sicurezza della casella di posta

Password sicure, autenticazione a due fattori, filtri antispam e senso critico nell’aprire email sospette: ecco come aumentare la sicurezza della mail

Fonte: Shinonome Production/Adobe Stock
MAIL SICURA

Per preservare la propria privacy è fondamentale mettere in sicurezza la propria casella di posta elettronica. Le caselle email sono piene di informazioni e dati sensibili degli utenti che vanno tenuti al sicuro dal fastidioso spam e soprattutto dai tentativi di phishing.

Libero Mail offre dei sistemi per aumentare la sicurezza della propria casella di posta elettronica, così da evitare che malintenzionati possano impossessarsi delle credenziali dell’utente e usare per scopi illeciti i suoi dati personali. La posta elettronica di Libero offre un filtro anti-spam efficiente, che sposta le email sospette in una cartella dedicata dove i link di attacchi di phishing e le immagini con pixel di tracciamento vengono disattivati. Inoltre, utilizzando la funzione Password Sicura per l’autenticazione a 2 fattori, l’accesso all’account email sarà garantito solo dal suo proprietario attraverso un codice di verifica usa e getta.

Come mettere in sicurezza Libero Mail: usa Password Sicura

Il primo passo per mettere in sicurezza la propria casella di posta elettronica Libero Mail è creare una password complessa e difficile da indovinare. La password dovrà essere lunga almeno 8 caratteri, meglio ancora se 12, e deve comprendere lettere minuscole e maiuscole, caratteri speciali e numeri. Non bisogna mai utilizzare parole di senso compiuto o sequenze di numeri e lettere, che sono facili per un hacker da individuare. Altrimenti, si potrà sempre utilizzare un generatore di password casuali dai programmi disponibili online.

Gli utenti di Libero Mail potranno rendere la loro posta elettronica ancora più impenetrabile utilizzando il servizio gratuito Password Sicura, un sistema di autenticazione a due fattori che permette di associare un numero di telefono all’account email. Quando l’utente vuole effettuare un accesso, dopo le credenziali dovrà inserire il codice di verifica che verrà generato in automatico e inviato tramite SMS. Il codice è valido solo per un accesso e ogni volta sarà differente.

Come mettere in sicurezza Libero Mail: usa il filtro antispam

Un servizio di posta elettronica deve offrire ai suoi utenti un buon filtro antispam. Libero Mail offre un sistema integrato di protezione: i filtri tecnologici analizzano le email in entrata e, nel caso di link o immagini sospette, le sposta automaticamente nella cartella Spam. Le email di pubblicità ingannevole, o nel peggiore dei casi di tentativi di phishing, verranno quindi isolate nella cartella Spam, dove i link e gli allegati al loro interno saranno disabilitati: in questo modo anche se l’utente dovesse per errore fare clic su un link infetto, non correrà alcun pericolo.

Come mettere in sicurezza Libero Mail: attenti a virus e phishing

Non sempre il filtro anti-spam riesce a individuare le email che contengono virus, malware o tentativi di phishing, quindi sarà l’utente a dover riconoscere i campanelli di allarme e proteggersi dagli attacchi dei cyber criminali. Quando ci si trova davanti a una email sospetta che richiede di fare clic su un link per inserire i propri dati personali, oppure quando richiede di scaricare un allegato, bisogna fare molta attenzione e controllare se sono presenti alcuni degli indicatori che potrebbe trattarsi di un attacco hacker:

  • controllare il mittente: se è sconosciuto, oppure se si spaccia per Poste Italiane, una banca o l’Agenzia delle Entrate, ma ha un indirizzo email diverso da quelli ufficiali, allora potrebbe essere un tentativo di phishing
  • controllare la lista dei destinatari: se l’email è stata inviata da un contatto conosciuto, ma in CC risultano diversi indirizzi di posta elettronica, si tratta di una catena di Sant’Antonio che potrebbe celare un virus o un malware e che probabilmente non è stata inviata dal nostro contatto in Rubrica
  • cercare errori di ortografia nel testo: le email che contengono virus o tentativi di phishing presentano sempre errori grammaticali oppure richieste insolite.

Se vengono riscontrati uno o più di questi indizi, sarà bene evitare di aprire gli allegati di qualsiasi tipo e di cliccare sui link presenti nella email ricevuta. Inoltre, bisognerà segnalare l’email come spam e poi spostarla nel Cestino ed eliminarla definitivamente dalla casella di posta elettronica.

TAG:

Libero Mail: bella, semplice e gratuita

REGISTRATI ENTRA

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963